DOP vinicole e posizionamento

In un precedente articolo avevo iniziato a trattare il tema del passaggio da DOC a DOP e della relativa necessità di differenziarsi. Vediamo ora come tale cambiamento potrebbe e dovrebbe impattare sul concetto di posizionamento delle Denominazioni.

Continua a leggere “DOP vinicole e posizionamento”

Annunci

Morta la DOC, viva la DOP!

E così il fatidico 1 agosto 2009 è giunto. La nuova OCM vino è entrata in vigore, i Consorzi si stanno attrezzando alla necessaria trasformazione (come sintetizzato molto bene su l’Informatore Agrario del 31 luglio da quell’acuto osservatore del settore che è Fabio Piccoli).

Continua a leggere “Morta la DOC, viva la DOP!”

DOP e IGP

In questo periodo che precede il passaggio di DOC/DOCG a DOP e IGT a IGP, si riflette molto su cosa succederà dopo il 1 agosto, data di entrata in vigore della nuova regolamentazione.

Soprattutto ci si chiede se la c.d. “piramide della qualità” che vedeva nel vertice la DOCG e nella base i vini da tavola sarà in qualche modo mantenuta o se, invece, l’intero assetto del vino italiano verrà rivoluzionato.

Cerchiamo un attimo di capire quali possono essere i cambiamenti futuri.

Continua a leggere “DOP e IGP”

To bag or not to bag?

In questo periodo, prima dell’entrata in vigore della nuova OCM Vino che impone il passaggio, dal 1 agosto, da DOC e DOCG a DOP, c’è attività febbrile nei Consorzi. Chi pensa, infatti, di apportare alcune modifiche al Disciplinare deve intervenire in tempi brevissimi. Dal 1 aprile in poi, come comunicato dal MIPAAF, qualsiasi modifica ai Disciplinari vigenti o richiesta di nuove Denominazioni d’Origine dovrà essere avallata non solo da Roma ma anche da Bruxelles, come avviene per le DOP, con un notevole rallentamento dei tempi.

Continua a leggere “To bag or not to bag?”