Incontro con Angelo Gaja

Lo ammetto. Sono nella mailing list delle persone cui Angelo Gaja invia periodicamente le sue considerazioni sull’attualità del mondo del vino. Dopo la sua recente presa di posizione sulla vicenda Montalcino cui ho risposto direttamente, trovandomi nei giorni scorsi nelle Langhe per alcuni incontri di lavoro ed un paio di giorni di ferie, a seguito di uno scambio di e-mail abbiamo concordato un incontro presso la sua sede di Barbaresco.

In questa sede non intendo riportare il contenuto dell’ora e passa di cortese chiacchierata intercorsa sorseggiando un piacevolissimo Barbaresco 2004, ma precisare alcune considerazioni che ho in parte esposto sul blog di Franco Ziliani e su cui ho avuto modo di confrontarmi con Gaja stesso.

Continua a leggere “Incontro con Angelo Gaja”

Annunci

Don’t cry for me, Montalcino

Visto che tutti ne parlano e scrivono, anche autorevolmente (ad es. Carlo Macchi o Franco Ziliani, in particolare nella sua recente intervista al critico del New York Times), farò anch’io in questa sede qualche considerazione personale sulla vicenda “Brunellopoli” (come è stata ormai definita dalla stampa).

Non perchè ritenga che il mondo del vino stia in trepidante attesa di una mia dichiarazione 🙂 ma poichè, nei giorni scorsi, durante una delle settimane di lezione dell’Executive Master in Wine Business ho avuto l’opportunità di confrontarmi in aula con studenti che lavorano a Montalcino (ma non solo) e, contemporaneamente, con Donatella Cinelli Colombini, che ha tenuto una docenza sul Turismo del Vino e l’accoglienza in cantina.

Continua a leggere “Don’t cry for me, Montalcino”