Quali saranno gli abbinamenti cibo-vino dei consumatori di domani?

9 05 2008

Prendendo spunto da un editoriale pubblicato da Matteo Marenghi su Infowine, relativo al consumo di soft-drink e alla progressiva presenza anche sulle tavole, negli abbinamenti col cibo anche a scapito del vino, allego un grafico relativo a come sia distribuito (Onivins 2002) il consumo di bevande in Francia, il Paese forse a noi più simile. Credo possa fungere da spunto di riflessione.

 francia-consumatori-beverage

BRSA sono le bevande non alcooliche (Coca-Cola, aranciata,…)

Se poi si analizza il trend, si vede come in 30 anni le cose siano cambiate: nel 1980 il vino era la principale bevanda che accompagnava i pasti, mentre da almeno il 1995 non lo è più, essendo stato sostituito dall’acqua (e parallelamente è aumentato il consumo di soft drinks, soprattutto delle fasce più giovani della popolazione… i consumatori di vino di domani).

Dobbiamo chiederci se si tratta di un passo nel ciclo di vita del consumatore (quando si è giovani si bevono BRSA, mentre con l’invecchiamento si passa al vino?), o stiamo andando incontro ad una progressiva sostituzione nell’accompagnamento dei pasti delle giovani generazioni a confronto con le precedenti? 

About these ads

Azioni

Information

2 responses

26 02 2009
wineup

Questo articolo è davvero interessante, permettimi di farti i più sinceri complimenti.

27 02 2009
Pierpaolo Penco

E’ un tema che ho trattato in aula giusto un paio di giorni fa.
Fanno riflettere alcuni dati che, credo, siano comuni all’Italia e non solo.
Solo 4 tipi di bevande sono consumati regolarmente (ogni giorno o quasi ogni giorno) da una parte significativa della popolazione, con netta prevalenza dell’acqua in bottiglia e delle bevande analcoliche.
Il vino è l’unica bevanda alcolica che appartiene a questo gruppo con il 70% (22% sono consumatori regolari).
Ciò conferma il trend che vede la riduzione del consumo di vino come alimento, prodotto ormai nella fase di estrema maturità nel suo ciclo di vita.
Non dimentichiamo la crescente abitudine o necessità a pranzare fuori casa, ormai tradizionale per moltissime famiglie, che fa spesso rinunciare al classico bicchiere di vino.

Parallelamente, questo diminuito consumo di alcol è generato maggiormente durante il fine settimana, dando così alle bevande alcoliche uno status più legato al “piacere”, spesso legato a nuove occasioni di consumo o a momenti di socializzazione.
Credo che nell’arco di 10-15 anni (salvo eventi esterni ora non prevedibili, ma che potrebbero riguardare uno strisciante proibizionismo) il consumo di vino si assesterà anche da noi sui 35 litri/anno, con un aumento dei consumatori occasionali rispetto agli abitudinari. Io stesso, pur appassionato di vino, non lo bevo tutti i giorni e spesso solo 1 o 2 volte alla settimana.

Resta il dubbio sui giovani, ma credo che, almeno nel nostro Paese, il vino rivesta un ruolo ancora socialmente accettato, senza gli eccessi della Francia (vedi la proposta di legge che vuole vietare la somministrazione o la vendita di vino durante fiere o manifestazioni). Se vogliamo ha ancora un effetto-moda che avvicina giovani generazioni ad un consumo, spesso “improprio” (vedi cocktail, miscelati o simili) ma non solo (l’età media dei clienti dei wine bar è più bassa di quelli delle vecchie “osterie”).
Certo, sarebbe da investigare meglio se i giovani consumano meno vino perchè è quello che bevono i genitori e quindi loro, per reazione, lo ritengono un prodotto “vecchio” o se, invece, non ne amano il gusto, essendo abituati ad un altro tipo di sapore e di profumi. Questa seconda ipotesi spiegherebbe il successo dei miscelati, delle bollicine leggermente amabili (ad es. Prosecco) e, anche se in misura minore nei volumi, dei vini aromatici. E in altri paesi dei vini del Nuovo Mondo, che hanno capito prima come colpire questo segmento di mercato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 820 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: